Verbale di assemblea del 29 maggio 2019 "Progetto Navile"

RIUNIONE

CONTRATTO DI FIUME DEL 29/05/2019

PROGETTO NAVILE

Oggi giovedì 29.5.2019 sono convenuti presso la sede di via della Grada 12 a Bologna, i seguenti interessati e sottoscrittori del documento d’intenti verso il Contratto di fiume di Casalecchio e Bologna città d’acqua: Camilla Iuzzolino (Regione Emilia-Romagna), Donatella Di Pietro (Comune di Bologna), Alessandra Agostini (ARPAE-APA Bologna), Remo Tedeschi (PRO/Navile), Gabriele Bernardi (Associazione Vitruvio), Marco Rigotti (Consorzio Bonifica Renana), Michela Serra (Consorzio Bonifica Renana), Cristian Cerone (Consorzio Bonifica Renana), Maria Cecilia Ugolini (Italia Nostra), Francesca Mastellone (ADBPO), Stefano Pezzoli (Consorzio Interessati Acque Savena), Roberto Sgargi (Associazione Amici delle Acque), Bruna Gumiero (CIFLA – UNIBO), Arsino Zanarini (Ordine degli Architetti di Bologna), Fabio Marchi (Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno).

 

          C. Iuzzolino invita tutti i soggetti coinvolti ad offrire il proprio contributo per l’arricchimento della scheda sul Navile.

          C. Ugolini rende noto di aver contattato la Soprintendenza dando lettura della comunicazione ricevuta che prevede l’esecuzione di un sopralluogo congiunto fra la Soprintendenza stessa e il Comune di Bologna.Comunica inoltre che la Soprintendenza contatterà il Demanio per conoscere le sue intenzioni e far conoscere le proprie in ordine ai paraporti sul Navile.

          Viene chiesto a D. Di Pietro di informarsi e far sapere chi parteciperà all’incontro per il Comune di Bologna.

          C. Ugolini rende noto di aver contattato l’architetto Cervellati affinchè fornisca un proprio contributo culturale sul Navile. Viene di seguito data lettura del testo ufficioso di tale intervista, sul cui contenuto si ha condivisione unanime dei presenti.

          C. Iuzzolino precisa che verranno chiesti i contributi a persone di rilievo per ogni argomento trattato.

          G. Bernardi chiede se all’incontro del 4/6 potrà essere presente qualcuno in rappresentanza di CDF.

          C. Ugolini interviene chiedendo di conoscere la tipologia degli interventi sui manufatti e sul controllo delle infestanti vegetali lamentando la mancanza di una regia sugli incontri ed interventi che riguardano il Navile.

          S. Pezzoli ricorda che referente principale sul tema del verde del Comune di Bologna dovrebbe essere l’associazione Villa Ghigi che pur avendo sottoscritto il CDF non ha poi mai partecipato alle riunioni.

         M. Rigotti rende noto che la Bonifica Renana è chiamata a partecipare al sopralluogo del 4/6 e che il progetto esecutivo non entra nel dettaglio dei singoli interventi perché le decisioni specifiche verranno prese durante i lavori interfacciandosi con la Soprintendenza così come prescritto nell’autorizzazione da loro rilasciata.

          C. Iuzzolino afferma che il Consorzio della Bonifica Renana in qualità di direttore dei lavori e sottoscrittore di CDF dovrà collegare le attività.

          M. Rigotti sottolinea che la Bonifica Renana opererà al meglio e che ha al proprio interno le professionalità necessarie per la buona riuscita dell’opera.

          F. Marchi fa presente che è opportuno che la Bonifica Renana acquisisca dal Consorzio Canale Reno le necessarie informazioni circa la presenza di acqua nel Navile.

          R. Tedeschi chiede se l’intervento sul Navile potrà estendersi oltre il Ponte Nuovo. Viene ricordato che il limite sarà dettato dalla disponibilità di denaro sul quale incideranno numerosi fattori.

          F. Marchi ricorda e sottolinea che il lavoro di pulizia del Navile nasce con una forte caratterizzazione idraulica.

         A. Zanarini rende noto che il sostegno di Corticella non risulta di proprietà Demaniale. C. Iuzzolino precisa che non risulta eseguito il passaggio tra il Demanio dello Stato e il Demanio idrico. Si rende necessaria quindi una mappatura di tutte le proprietà presenti sul Navile e rivierasche.

         G. Bernardi ricorda che è opportuno assegnare ad associazioni ecc. i manufatti affinchè li mantengano in buono stato.

         C. Iuzzolino ricorda che RER ha dato ad ARPAE la gestione del Demanio Idrico.

         A. Agostini precisa che è compito del CDF comporre la mappatura mentre le altre azioni competono ad altri.

         C. Ugolini comunica di voler trasmettere la ricognizione catastale eseguita da Bologna a Castel maggiore a RER.

         C. Iuzzolino ribadisce la necessità che gli interessati completino la scheda sul Navile.

         A. Agostini comunica che sul sito ARPAE è presente il report sulla qualità dell’acqua dei canali bolognesi. Viene anche spiegato lo schema di indagine volto a coprire l’intero reticolo idraulico.

         B. Gumiero ricorda l’opportunità di attivare esperienze di Citizen Science ricevendo da C. Iuzzolino piena disponibilità.

Contatti

Social

Contratto di Fiume Reno e dei canali bolognesi

Segreteria tecnica:

Consorzi dei Canali di Reno e di Savena

Via della Grada 12 - 40122 Bologna

Tel. 051 6493527 - Fax 051 5280238

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - www.canalidibologna.it